1783188
28 Ottobre 2020
news

Tuttocuoio-Grassina: il racconto

15-12-2019 18:37 - ultimissime dalla sede
Tuttocuoio-Grassina 1-2
La poesia latina ha tanto da insegnarci. Nei suoi epigrammi, il buon Marziale dedicava sempre grande attenzione al cosiddetto fulmen in clausola, la frase a effetto posta alla fine, che doveva sorprendere il lettore fino allo stupore, lasciandolo attonito per un finale così surreale. Ecco, da Marziale a Marzierli (e soci) la differenza è meno evidente di quanto si possa pensare: non sono certo duemila anni a dividere il fulmen in clausola latino dal Grassina, ma soltanto novanta minuti (più recupero).
Tuttocuoio-Grassina metterebbe d’accordo la penna di Borges e la regia di Tarantino, se è vero che, come nelle migliori storie, bisogna tenere sul pezzo fino in fondo la platea, per poi colpirla proprio sui titoli di coda. Baccini lo sa bene, e quando realizza la rete del 2-1 finale al 90’ assomiglia a una sentenza, un ultimo volteggio che chiude lo spettacolo prima della strameritata standing ovation. Però quanta sofferenza: 0-0 fino all’85’, una gara tirata e nervosa, destinata alle reti bianche. Poi il primo sussulto, quello di Torrini che firma il vantaggio rossoverde e manda in estasi mezza tribuna, un volo illusorio che viene vanificato dall’immediato pari del Tuttocuoio a firma Pedalino, e di nuovo il ritorno alla situazione di partenza: equilibri che si ristabiliscono. Ma il vero fulmen deve arrivare, ed eccolo allora il Baccio, entrato da neanche venti minuti, che si libera in area con la finta a rientrare (quella che rese famoso Crujiff) e batte, stavolta definitivamente, gli avversari neroverdi.
Un match non bello sul piano tecnico, complice anche un campo non proprio guardioliano che presenta zolle ovunque. Di fronte a un Tuttocuoio affamato di punti salvezza, mister Innocenti deve fare a meno dello squalificato Villagatti (che segue la gara dalla recinzione che separa spogliatoi e campo) e lo rimpiazza col trio difensivo Testaguzza-Bonati-Pisaneschi: a centrocampo confermata la cerniera Torrini-Degl’Innocenti-Nuti-Leporatti e davanti il trio Bellini-Marzierli-Bruni. I padroni di casa neroverdi provano a fare uno squillo a Burzagli dopo otto minuti: sassata di Wagner, il numero uno risponde benissimo in due tempi. I rossoverdi cercano di fare gioco sul terreno che è quel che è, e devono fare i conti anche con un arbitraggio a tratti discutibile, viste le numerose ammonizioni che fioccano per i rossoverdi e latitano in casa Tuttocuoio. Sul finire di un primo tempo scialbo, Torrini anticipa tutti sul cross di Degl’Innocenti, ma il suo tap-in sbatte sul palo.
Nella ripresa i padroni di casa si fanno vedere con due tiri-cross dalla sinistra di Chiti che vengono salvati sulla linea da Bruni prima e Bonati poi. Il Grassina amministra sornione e cambia qualcosa: fuori Marzierli per Privitera, fuori Bruni per Baccini. Al 73’ un bel corner dalla destra pesca Privitera completamente solo, ma la sua volèe finisce clamorosamente alta. Il match continua a non decollare e sembra consegnare agli archivi il primo 0-0 del Grassina in Serie D. Invece no: azione insistita di Bellini sulla sinistra, cross basso per l’inserimento di Torrini che timbra la rete del vantaggio e vola coi compagni ad abbracciare Villagatti alla recinzione: 0-1. Il copione della gara schizza via impazzito: i padroni di casa si rovesciano in avanti e pareggiano tre minuti dopo, all’88’ col colpo di testa di Pedalino che raccoglie il cross di Bertolucci. Poi Baccini raccoglie il cross di Degl’Innocenti e mette in scena un tango argentino: finta di rientrare sul sinistro, poi via col tacco sul destro, palla sotto il corpo del portiere neroverde, via la maglietta e con lei il nervosismo, la stanchezza, la frustrazione per una partita che sembrava scivolata via. Fischio finale: il Grassina balla sotto la curva, vince la seconda gara consecutiva, sale al quinto posto in classifica superando la Sangiovannese.
Come i migliori romanzi, dovremo aspettare la fine per capire cosa ne sarà della Serie D dei rossoverdi. Intanto, però, facciamoli ballare ancora, perché lo fanno dannatamente bene.
TUTTOCUOIO (3-5-2): Prisco, Moi, Bagatti, Bertolucci, Benericetti (72’ Iroanya), Fino, Diolaiti (67’ Ercoli), Wagner, Chiti (85’ Lepri), Pedalino, Molinaro (57’ Speziale). A disp.: Giannangeli, Ruggero, De Carlo, Segantini. All.: Infantino.
GRASSINA (3-4-1-2): Burzagli, Testaguzza, Bonati, Pisaneschi, Torrini, Degl’Innocenti, Nuti, Bellini (85’ Bigica), Marzierli (65’ Privitera), Bruni (72’ Baccini). A disp.: Cecchi, Cramini, Benvenuti, Vannini, Gargano, Calosi. All.: Innocenti.
ARBITRO: Tagliente di Brindisi, coad. da Donati di Macerata e Quici di Campobasso.
RETI: 85’ Torrini, 88’ Pedalino, 90’ Baccini.
NOTE: Ammoniti Bertolucci, Wagner, Testaguzza, Pisaneschi, Torrini, Nuti, Marzierli, Baccini. Tiri in porta 3-4. Tiri fuori 1-6. Angoli 2-2. Fuorigioco 1-1. Recuperi 1’+4’.



Fonte: ufficio stampa
Nickname





Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio